Una piazza di Orvieto intitolata a Emanuele Petri, ucciso in servizio durante un controllo nel 2003

1' di lettura 15/10/2020 - Sarà intitolata venerdì mattina ad Orvieto – su iniziativa del Sindacato di Polizia COISP - una piazza al Sovrintendente della Polizia Ferroviaria, Emanuele Petri, Medaglia d'Oro al Valor Civile, ucciso da due terroristi, appartenenti alle Brigate Rosse, sul treno Roma – Firenze, all'altezza di Castiglion Fiorentino, durante un normale servizio scorta nel 2003.

Alla cerimonia di intitolazione, sarà presente il Capo della Polizia Direttore Generale della P.S. Prefetto Franco Gabrielli, che al suo arrivo ad Orvieto, visiterà il Commissariato di Pubblica Sicurezza, in piazza Cahen, dove ad attenderlo ci sarà il Questore della Provincia di Terni Roberto Massucci, con il quale incontrerà i poliziotti che lavorano nella città di Orvieto.

Dopo un breve saluto al personale nel Commissariato diretto dal Vice Questore Antonello Calderini, alle 11.00 inizierà la cerimonia in località Ciconia, presso il polo scolastico, con l'esecuzione dell'Inno Nazionale da parte della Fanfara della Polizia di Stato.

All'evento, al quale parteciperanno le maggiori autorità cittadine e provinciali, oltre ai familiari – la moglie e il figlio – del Sovrintendente Petri, interverranno anche gli studenti di due istituti superiori di Orvieto, per un breve contributo sul tema della legalità.






Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2020 alle 13:28 sul giornale del 16 ottobre 2020 - 187 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/byGM