Perugia: 23enne rapinatore eritreo evade dai domiciliari, il giudice lo fa riportare in carcere

1' di lettura 12/01/2021 - Era ai domiciliari a casa, ma é uscito ugualmente e gli agenti lo hanno prima rintracciato e poi fermato. Addosso gli hanno trovato una dose di cocaina.

Gli agenti del commissariato della questura di Perugia l'hanno riportato a casa obbligandolo a non uscire più e, quindi, a non violare le norme che regolano gli arresti domiciliari. Ma come se niente fosse, il pregiudicato eritreo, ha continuato a violare gli arresti domiciliari e gli agenti, dietro decisione del GIP, lo hanno riportato in carcere.

Il 23enne era stato arrestato dagli agenti della squadra volante, il 25 settembre 2020, dopo che aveva rapinato tre ragazzi a Ferro di Cavallo, sottraendogli un cellulare, un portafoglio, un orologio e un paio di occhiali da sole. Il 23enne ha già a suo carico diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio e per stupefacenti.






Questo è un articolo pubblicato il 12-01-2021 alle 17:36 sul giornale del 13 gennaio 2021 - 114 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bI3I





logoEV