Castelluccio di Norcia: la protesta degli agricoltori

1' di lettura 03/05/2021 - "Lo abbiamo già detto e annunciato, se continueranno a ignorare le nostre esigenze, il prossimo anno la fioritura non ci sarà. Di alcune rimesse per i nostri mezzi e per le sementi ne abbiamo assolutamente bisogno". E la dichiarazione del battagliero rappresentante degli agricoltori, Gianni Coccia.

Nel giorno del primo maggio, festa del lavoro, a Castelluccio di Norcia é scattata la protesta degli agricoltori. Hanno posizionato una dozzina di trattori lungo la strada che porta al borgo terremotato, con dei cartelli appesi in cui hanno sfogato la loro rabbia per la rimozione dei tre tunnel, le cui coperture erano state divelte dal vento nel novembre scorso.

"I doveri sono rimasti, i diritti li abbiamo persi", c'è scritto sui cartelloni gialli. "Non ci hanno degnato nemmeno di una telefonata per dirci il giorno in cui avrebbero smontato i tunnel e pensare che proprio in questa settimana siamo stati contattati da un'azienda del nord Italia che si era offerta di ripristinare le coperture a loro spese", afferma con forza Gianni Coccia, rappresentante degli agricoltori.






Questo è un articolo pubblicato il 03-05-2021 alle 10:22 sul giornale del 03 maggio 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1qt