Coronavirus: cinque casi di variante indiana in Umbria

1' di lettura 09/06/2021 - Si tratta di soggetti che non hanno avuto contatti tra di loro. Dei cinque campioni, uno proveniva da un anziano di 93 anni che, già vaccinato, si è positivizzato il 20 maggio, con lievissimi sintomi.

A seguito dell'attività di sequenziamento che il Laboratorio regionale di microbiologia di Perugia svolge di routine presso il Centro zooprofilattico di Teramo, sono stati individuati cinque campioni di variante B.1.167.2 (variante indiana). Lo riferisce la Regione Umbria.

In questo caso il sequenziamento è previsto di prassi e il 2 giugno il tampone di controllo ha già dato esito negativo. Il paziente sta bene. Per gli altri quattro campioni la scelta è stata casuale come prevede il protocollo per il sequenziamento. Anche in questi quattro casi sono stati riscontrati sintomi lievi e al momento continua il monitoraggio.

È attivo il servizio gratuito di notizie in tempo reale tramite i canali Telegram, così come sono disponibili anche le pagine Facebook:
li raggiungerete in un click tramite i link nella tabella sotto.

Regione Telegram Social
Umbria @vivereumbria Facebook
Città Telegram Social
Assisi @vivereassisi Facebook
Città di Castello @viverecittadicastello Facebook
Foligno @viverefoligno Facebook
Gubbio* @viveregubbio Facebook
Orvieto @vivereorvieto Facebook
Perugia @vivereperugia Facebook
Spoleto @viverespoleto Facebook
Terni @vivereterni Facebook

*Per Vivere Gubbio è attivo il servizio anche su WhatsApp (Info QUI): è sufficiente aggiungere il numero 376 0317898 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON" allo stesso numero.






Questo è un articolo pubblicato il 09-06-2021 alle 10:40 sul giornale del 10 giugno 2021 - 217 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6rn





logoEV