Foligno, "se mi lasci ti distruggo la casa", eseguita misura cautelare su un 48enne

1' di lettura 21/09/2021 - La misura è stata disposta dal Gip per il reato di maltrattamenti in famiglia, al termine di accertamenti svolti dai poliziotti sotto il coordinamento della procura spoletina.

Da circa due mesi maltrattava la sua compagna arrivando anche a minacciarla di distruggerle tutti i mobili e le suppellettili dell'abitazione se lo avesse lasciato: gli agenti del commissariato di Foligno hanno rintracciato l'uomo, di 48 anni, italiano ed hanno eseguito a suo carico la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla convivente, con l'ulteriore divieto di mettersi in comunicazione con lei con qualsiasi mezzo.

Dall'attività investigativa, riferisce la questura di Perugia, è emerso un quadro di frequenti aggressioni verbali, con violenti scatti d'ira. In un'occasione il quarantottenne avrebbe danneggiato alcuni mobili e l'automobile della compagna, che aveva deciso di lasciarlo. La donna sarebbe stata anche violentemente strattonata per un braccio.

Nelle ultime settimane, riferisce ancora la questura, la stessa ha più volte fatto accesso al pronto soccorso dell'ospedale di Foligno, che ne ha certificato il grave stato d'ansia e di stress emotivo nel quale era caduta in conseguenza dei comportamenti messi in atto dal convivente.






Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2021 alle 13:44 sul giornale del 22 settembre 2021 - 129 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ckk6