Foligno, mostra “Ivan Theimer: Sacro e mito” dal 17 ottobre fino al 30 gennaio

2' di lettura 13/10/2021 - Verrà inaugurata domenica 17 ottobre, alle 10,30, a Palazzo Trinci la mostra “Ivan Theimer. Sacro e Mito” a cura di Italo Tomassoni, promossa dall’Associazione degli Amici dell’Abbazia di Sassovivo in collaborazione con Regione dell’Umbria, Comune di Foligno, Diocesi di Foligno e Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.

Sarà ospitata, fino al 30 gennaio, all’interno di tre dei complessi architettonici più significativi della città di Foligno: l’Abbazia di Sassovivo, il Museo Capitolare Diocesano e il Museo di Palazzo Trinci. “La mostra presenta un’accurata selezione di bronzi, dipinti e opere su carta, ha spiegato in una conferenza stampa Roberta Taddei, presidente dell’Associazione degli Amici dell’Abbazia di Sassovivo. In tutto sono 40, provenienti dalla collezione privata dello stesso Theimer, uno dei più noti e raffinati esponenti dell’arte contemporanea, la cui vicenda artistica internazionale è indissolubilmente legata anche all’Italia, e alla città di Foligno. In particolare nel centro storico folignate ci sono le sue celebri sculture monumentali “Ricordo del dolore umano”, in piazza don Minzoni, e “Ercole con l’obelisco”, il monumento a Giuseppe Piermarini. A Palazzo Trinci verranno esposti grandi bozzetti scolpiti in bronzo, argento, cristallo di rocca e pietre preziose relativi a vari interventi monumentali di Theimer in spazi urbani e in luoghi di culto, accompagnati da esclusivi disegni preparatori e carnet di viaggi.

All’Abbazia di Sassovivo ci saranno visibili imponenti sculture ispirate al tema del sacro. Il Museo Capitolare Diocesano accoglierà una serie di dipinti raramente visibili, o mai esposti prima, affiancati da alcune sculture, che esprimono la forte tensione dell’artista verso il trascendente”. La Taddei ha annunciato che il 29 ottobre ci sarà una giornata di studi dal titolo “Riflettere sull’arte e sull’architettura sacra contemporanea”, organizzata dall’Associazione degli Amici dell’Abbazia di Sassovivo in collaborazione con la Pontificia Università Gregoriana e la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio Sapienza Università di Roma.

Ci sarà spazio anche per l’ “Itinerario Theimer”, che prevede e una serie di visite guidate alle sculture dell’artista. Maurizio Cipolloni, responsabileIl direttore del museo capitolare diocesano, ha ricordato “l’importanza dell’arte nella città. E’ importante partecipare alla bellezza”. Nel corso dell’incontro è stato ricordato il forte legame di Theimer con Foligno e alla sinergia tra le varie istituzioni che ha portato alla realizzazione di questo evento. Italo Tomassoni, che ha curato la mostra, ha ricordato, tra l’altro, la figura di Theimer “esponente dell’anacronismo, una corrente di minoranza nell’arte contemporanea ma che valorizza il ricordo e la memoria”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2021 alle 15:33 sul giornale del 14 ottobre 2021 - 128 letture

In questo articolo si parla di cultura, umbria, comunicato stampa, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/coaB