Crisi Trafomec, profonda preoccupazione da parte dell’Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Umbria

1' di lettura 13/08/2022 - Profonda preoccupazione è stata espressa dall'Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Umbria rispetto alle notizie circa l’interruzione delle forniture di energia elettrica dello stabilimento Trafomec a partire dal 16 agosto.

Nello stabilimento lavorano circa 70 dipendenti, che continuano a subire una situazione di totale incertezza, malgrado l’azienda tuttora abbia commesse significative da parte di importanti gruppi industriali.

Nel corso dell’incontro dello scorso 5 luglio tra Regione Umbria e Organizzazioni Sindacali, viene ricordato, i rappresentanti dei lavoratori hanno illustrato una situazione non più sostenibile a causa delle difficoltà di relazione con la proprietà che, tra l’altro, rendono molto complessa anche l'attivazione degli ammortizzatori sociali.

A seguito dell’incontro – continua l’Assessore - la Regione Umbria ha immediatamente attivato il Ministero dello Sviluppo Economico, con richiesta di interessare tutte le competenti autorità, nazionali e diplomatiche, al fine di richiamare alle proprie responsabilità la proprietà cinese di Trafomec.

Continuiamo a seguire la situazione con particolare attenzione – conclude l’Assessore - confermando la disponibilità a mettere ed attivare la strumentazione regionale disponibile con l’obiettivo di assicurare la salvaguardia dei posti di lavoro e la continuità delle produzioni, invitando al tempo stesso la proprietà ad assumersi rapidamente le proprie responsabilità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Umbria .
Cerca il canale @vivereumbria o Clicca QUI.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2022 alle 12:27 sul giornale del 16 agosto 2022 - 112 letture

In questo articolo si parla di lavoro, umbria, regione umbria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dkTh





logoEV
logoEV