Operazione "Stazioni Sicure": controlli da parte della polfer, nelle stazioni di Marche Umbria e Abruzzo

1' di lettura 22/09/2022 - Nell'ambito dell'operazione "Stazioni Sicure", promossa nelle tre regioni di competenza del Compartimento Polizia ferroviaria per le Marche, Umbria e Abruzzo, gli operatori della Polizia Ferroviaria della Sezione di Foligno e del Posto Polfer di Perugia, coadiuvati dal personale dei cinofili, hanno effettuato dei controlli in ambito ferroviario, sia sui convogli che in stazione, al fine di garantire la sicurezza dei passeggeri.

L'operazione straordinaria, dedicata al contrasto delle attività illecite ed alla prevenzione di reati, rientra tra le iniziative disposte periodicamente, su scala nazionale, dal Servizio Polizia Ferroviaria per aumentare i livelli di sicurezza dei viaggiatori che si muovono utilizzando il mezzo ferroviario mediante il potenziamento dei servizi di vigilanza e controllo. Nella stazione di Perugia la Polfer si è avvalsa anche della collaborazione di una unità cinofila che ha setacciato i bagagli al fine di verificare l'eventuale presenza di sostanze stupefacenti.

Gli agenti, durante l'attività, hanno utilizzato gli smartphone in dotazione, per il controllo in tempo reale dei documenti, e il metal detector per l'ispezione dei bagagli sospetti, al fine di scongiurare l'eventuale porto abusivo di armi o strumenti atti ad offendere. Nel corso dell'attività, nelle Stazioni di Perugia e Foligno e nei 9 scali controllati lungo gli itinerari della provincia, i 29 operatori impiegati hanno identificato 108 persone e ispezionato 25 bagagli. Si segnala che i cittadini hanno espresso il loro apprezzamento per la presenza degli agenti e per i controlli effettuati che contribuiscono ad accrescere la percezione di sicurezza dei passeggeri.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Umbria .
Cerca il canale @vivereumbria o Clicca QUI.





Questo è un articolo pubblicato il 22-09-2022 alle 21:46 sul giornale del 23 settembre 2022 - 96 letture

In questo articolo si parla di attualità, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/druL